Esperienze professionali


Laboratorio controllo alimenti (dr. Sommariva) presso:
Istituto Zooprofilattico Sperimentale Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta di Novara
(2015~oggi)

  • pratica: trattamento di campioni alimentari per la ricerca di patogeni e semina su terreni di coltura; ricerca di tossine stafilococciche in prodotti lattiero-caseari mediante utilizzo di membrane di dialisi; indagini microbiologiche sugli alimenti effettuate con strumentazione e kit di analisi Biomérieux Vidas per la ricerca di Salmonella, Listeria, Escherichia, Campylobacter; determinazione dei valori di pH e aw su matrici alimentari per la definizione di terreno favorevole o non favorevole alla crescita di Listeria; valutazione della presenza di antibiotici nelle carni; metodica in PCR per STEC e Listeria

Laboratori test rapidi, controllo alimenti, sierologia e controllo radioattività alimentare (dr. Cena e dr. Cazzola) presso:
Istituto Zooprofilattico Sperimentale Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta di Vercelli
(2005~2015)
  • pratica: taglio della regione dell’obex dal tronco encefalico per la ricerca diretta della proteina prionica PrPres (correlata alle encefalopatie spongiformi trasmissibili, morbo della “mucca pazza”), effettuata mediante metodiche ELISA, immunocromatografiche e western blot; ricerca di Trichinella spiralis nel tessuto muscolare mediante esame trichinoscopico con digestione enzimatica; esecuzione di test diagnostici su siero (AGID e ELISA) per il controllo di malattie come l’anemia infettiva equina e la rinotracheite infettiva bovina; esecuzione di metodiche analitiche in scintillazione liquida e spettrometria gamma per la valutazione dei livelli di radioattività totale e di cesio-137 su matrici diverse (terreno, latte e formaggi bovini e caprini, carne di cinghiale e di selvaggina in genere)

Laboratori validazione test e test rapidi del Centro di Referenza Nazionale (CdR – CEA) per la diagnostica sulle encefalopatie spongiformi trasmissibili (TSE) (dr.ssa Caramelli) presso:
Istituto Zooprofilattico Sperimentale Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta di Torino
(2004~2005)

  • pratica: validazioni di test rapidi post mortem di nuova generazione per la ricerca della proteina prionica PrPres (correlata alle encefalopatie spongiformi trasmissibili, morbo della “mucca pazza”) su tessuto nervoso centrale e della GFAP (marker della presenza di SNC) nelle carni di spolpo macellate e nei prodotti alimentari, ricerche entrambe effettuate mediante metodiche ELISA

Laboratorio di oncologia molecolare (prof. Comoglio) presso:
Istituto per la Ricerca e la Cura del Cancro (IRCC) di Candiolo (To)
(2004)

  • pratica: procedure di oncologia molecolare e tecniche di terapia genica svolte principalmente con l’utilizzo di vettori lentivirali e linee cellulari dedicate e studiate in ipossia; utilizzo di fattori di crescita come HGF e studio dell’oncogene met nelle correlazioni con la progressione tumorale (metastasi), valutata su topi Nude e sull’osservazione microscopica di sezioni istologiche ottenute con taglio al microtomo e trattate con colorazione immunoistochimica

Laboratorio di neurobiologia (dr. Bertolotto) presso:
Ospedale S. Luigi Gonzaga di Orbassano (To)
(2003)
  • pratica: diagnostica su liquor tramite determinazione di glicorrachia e proteinorrachia, conta leucocitaria, xantocromia, estrazione di DNA virale da liquor e siero, immunoisoelettrofocusing e metodica Elispot per la determinazione di citochine in pazienti affetti da sclerosi multipla

Laboratori di microbiologia, coagulazione e ematologia (prof. Molinaro) presso:
Ospedale Mauriziano Umberto I di Torino
(1994)
  • pratica: analisi batteriologiche su liquidi e materiali organici, emocromocitometriche e di screening della coagulazione

Laboratorio analisi (dr. Biondo) presso:
Ospedale S. Antonio Abate di Pontremoli (Ms)
(1993)
  • pratica: analisi ematochimiche, emocromocitometriche e di chimica clinica su urine